Bandiere arancioni nell’Alto Casertano

Avviata una nuova collaborazione tra Tci e il Gruppo di Azione Locale Alto Casertano. A Piedimonte Matese, rappresentanti del GAL e del Touring hanno siglato l’accordo dando il via ufficiale alla partnership. L’obiettivo è quello di delineare il contesto territoriale dei piccoli Comuni del territorio in chiave turistica e avviare un percorso di miglioramento condiviso.

 


 

L'analisi e i risultati

I Comuni saranno analizzati tramite il Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.) che, grazie a una valutazione della qualità del territorio e dei servizi turistici dell’area, permetterà l’elaborazione di Piani di Miglioramento per i Comuni in un’ottica di sviluppo turistico sostenibile e l’elaborazione di Piani d’area che suggeriscono azioni da affrontare in modo sinergico. Infine il M.A.T. disciplina la possibilità di assegnazione del marchio di qualità Bandiera arancione. Ad oggi le località certificate in Campania sono tre, ancora nessuna nella provincia di Caserta!
L’iniziativa Bandiere arancioni è stata inserita nel Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL (PSR Campania 2007/2013), che ha come strategia la Valorizzazione integrata dei territori rurali, per raggiungere l'ambizioso obiettivo del miglioramento della qualita' della vita delle popolazioni rurali.

 

Nell'Alto Casertano 2 Comuni su 3 vogliono la Bandiera arancione!

 

Grazie all’accordo tra GAL Alto Casertano e TCI, è stata offerta a tutti i piccoli Comuni localizzati nel territorio del GAL la possibilità di partecipare all’iniziativa Bandiere arancioni. Il territorio ha reagito in modo molto positivo all’opportunità offerta, dimostrando di voler migliorare l’accoglienza e i servizi per il turismo. Ben 32 località sulle 48 aderenti al GAL si sono infatti candidate per essere sottoposte all’analisi esterna del Touring, che accompagnerà i piccoli centri rurali in un percorso di miglioramento del territorio e di consapevolezza ambientale, a vantaggio di turisti e residenti.

 


 

 

Sulla base dell’analisi dei dati e delle informazioni raccolte, verrà definito il gruppo di Comuni che TCI sottoporrà alla visita sul campo, che ripercorrerà l’esperienza del turista e avverrà in forma anonima da parte dello staff di esperti Touring. Sarà poi elaborato un Piano di miglioramento per ogni località e un Piano d’area, con le azioni da affrontare in modo sinergico. Al termine dell’analisi Touring individuerà le località in linea con gli standard di qualità e assegnerà la Bandiera arancione. Ad oggi le località certificate in Campania sono tre, ancora nessuna nella provincia di Caserta!

 


 

 

L’iniziativa Bandiere arancioni è stata inserita nel Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL (PSR Campania 2007/2013), che ha come strategia la valorizzazione integrata dei territori rurali, per raggiungere l'ambizioso obiettivo del miglioramento della qualità della vita delle popolazioni rurali.

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata all’iniziativa.

 

TCI e GAL Alto Casertano presentano i primi risultati dell'iniziativa Bandiere arancioni

 

Touring Club Italiano e GAL Alto Casertano presentano, in occasione di tre incontri a Caiazzo, Piedimonte Matese e Vairano Patenora, i primi risultati del progetto Bandiere arancioni nell’Alto Casertano, finalizzato alla valorizzazione turistica dei piccoli comuni del territorio del GAL.

L’iniziativa, avviata nell’ottobre del 2012, è inserita nel Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL all'interno del PSR Campania 2007/2013 che ha tra gli obiettivi la valorizzazione integrata dei territori rurali.

 


 

 

A seguito di un accurato processo di analisi delle risorse e dei servizi turistici dei comuni selezionati e visitati sul campo, Touring ha potuto evidenziare punti di forza e di debolezza del territorio dell’Alto Casertano e ha elaborato alcuni strumenti di indirizzo delle politiche turistiche locali, sia per singolo Comune che per area, al fine di stimolare uno sviluppo turistico-ambientale di qualità.
In occasione di tre incontri, TCI e GAL consegneranno in modo ufficiale ai comuni selezionati e visitati sul campo i risultati delle verifiche attuate, saranno presentate le principali evidenze emerse dall’analisi, alcune linee di finanziamento attivabili e alcune buone pratiche a livello nazionale.
Agli incontri sono invitati anche alcuni attori chiave del sistema di offerta turistica locale di ciascuna località, per favorire un’estesa divulgazione e sensibilizzazione su tematiche sempre più attuali di sostenibilità del territorio e di qualità del sistema turistico.

Gli incontri in programma sono:

  • martedì 29 ottobre alle 17, presso la Biblioteca comunale del comune di Piedimonte Matese
  • mercoledì 30 ottobre alle 17, presso l’Aula consiliare del comune di Vairano Patenora
  • giovedì 31 ottobre alle 17, presso l’Aula consiliare del comune di Caiazzo

Dopo questa fase, il Touring Club verificherà le azioni previste o attuate dai comuni in base alle indicazioni ricevute, prima di procedere all’eventuale assegnazione della Bandiera arancione.

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata all’iniziativa.

 

Evento conclusivo per Bandiere arancioni nell’Alto Casertano

 

Martedì 8 aprile, alle 15.30, a Caserta presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio, si terrà l’evento di chiusura dell’iniziativa Bandiere arancioni nell’Alto Casertano, avviata nel 2012 grazie all’accordo siglato tra TCI e il GAL del territorio e inserita nel Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL all'interno del PSR Campania 2007/2013. Durante l’incontro saranno ripercorse le tappe del progetto, evidenziati i risultati conseguiti da parte dei Comuni partecipanti e assegnato il marchio di qualità Touring alle località risultate in linea con gli standard previsti.

 


 

 

Il progetto ha coinvolto amministrazioni comunali e operatori privati di numerose piccole località, che si sono messi in gioco e si sono confrontati con TCI sull’importanza, nonostante la sfavorevole congiuntura economica, di valorizzare le risorse locali e migliorare i servizi offerti al visitatore, preservando la qualità del territorio e le sue tipicità. Touring ha analizzato i Comuni tramite il Modello di Analisi Territoriale (M.A.T.) e ha fornito concreti suggerimenti di miglioramento, favorendo l’avvio di un processo che in prospettiva potrà contribuire a creare un prodotto turistico di qualità e a far conoscere sempre più questa parte di Campania così ricca di suggestioni.

Interverranno all’evento:

  • Tommaso De Simone, Presidente CCIAA Caserta
  • Ercole de Cesare, Presidente GAL
  • Pietro Andrea Cappella, Coordinatore GAL
  • Marco L. Girolami, Direttore Strategie Territoriali TCI
  • Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura Regione Campania

Seguirà buffet.

Per ulteriori informazioni e per scaricare l’invito, visita la pagina dedicata all’iniziativa.

 

La 200° Bandiera arancione va a Letino nell’Alto Casertano!

 

Il Touring Club Italiano assegna la Bandiera arancione numero 200 al piccolo borgo montano di Letino, primo Comune della provincia di Caserta a risultare in linea con gli standard previsti dal marchio.

La certificazione arriva a conclusione dell’iniziativa Bandiere arancioni nell’Alto Casertano, realizzata da TCI e il Gruppo di Azione Locale (GAL) del territorio, inserita nel Piano di Sviluppo Locale proposto dal GAL all'interno del PSR Campania 2007/2013 e finalizzata alla valorizzazione turistica dei piccoli Comuni del territorio.

 


 

 

Letino è risultato in linea con gli standard previsti dal Modello di Analisi Territoriale del Touring in particolare per la presenza di diverse strutture turistiche integrate nel contesto, la buona promozione delle risorse locali, lo stato di manutenzione delle risorse storico-culturali e la percentuale di rifiuti raccolti in maniera differenziata (47%).

La cerimonia di assegnazione della Bandiera arancione si è tenuta in occasione dell’evento conclusivo del progetto Bandiere arancioni nell’Alto Casertano, tenutosi l’8 aprile a Caserta presso la Camera di Commercio. L’evento è stato anche l’occasione per ripercorrere le tappe dell’iniziativa, evidenziare i risultati conseguiti sul territorio e consegnare un attestato di partecipazione ai Comuni partecipanti, che si sono messi in gioco e si sono confrontati con TCI sull’importanza, nonostante la sfavorevole congiuntura economica, di valorizzare le risorse locali e migliorare i servizi offerti al visitatore, preservando la qualità del territorio e le sue tipicità.

Per ulteriori informazioni, scarica il comunicato stampa relativo all’evento e visita la pagina dedicata all’iniziativa nell’Alto Casertano.