FESTE E SAGRE DI FERRAGOSTO E DINTORNI

Ferragosto, la festa più attesa dell’estate, sta per arrivare. Di antiche origini romane, la ricorrenza del 15 agosto viene spesso festeggiata in spiaggia oppure organizzando gite fuoriporta e scampagnate sempre più spesso verso località montane, fluviali, lacustri o collinari, in cerca di refrigerio.  È anche la giusta occasione per visitare luoghi speciali dove scoprire e apprezzare le eccellenze enogastronomiche e culturali dell’entroterra del nostro Paese.

Ecco di seguito una selezione di mete tra i borghi Bandiera arancione dove sono previste feste, sagre, manifestazioni ed eventi ... prima, durante e dopo Ferragosto.
 

SAGRA DELLA SCURPELLA A CIVITELLA ALFADENA
Ogni estate, nella seconda settimana di agosto, il Comune di Civitella Alfadena, in provincia dell’Aquila, festeggia il suo prodotto tipico che simboleggia l'abbondanza: la Scurpella. Si tratta di un fritto della tradizione a base di pasta lievitata che nella tradizione del borgo viene preparato per le grandi occasioni come battesimi, fidanzamenti e matrimoni. Oggi come allora la scurpella veniva e viene preparata dalle donne del paese, custodi di una ricetta antica, che per l'occasione lavorano tutta la notte alla preparazione dell'impasto ottenuto con lievito naturale, uova, farina, semi di anice, sale e pepe; l'impasto viene poi lasciato lievitare per otto ore e quindi fritto. Una volta pronte le scurpelle vengono trasportate dalle donne nelle vie del borgo in grandi ceste o su bastoni ricoperti di carta assorbente. La “Sagra della Scurpella” è sempre accompagnata da musiche, canti e balli folk. Info qui


 

VEILLÀ A ETROUBLES
In Valle d’Aosta per le vie del borgo di Etroubles (AO) sabato 12 agosto si svolge la rievocazione storica in costume dei tempi passati grazie alla manifestazione “Veillà”. I vecchi mestieri legati all’agricoltura, all’artigianato e alla vita sociale del paese vengono riproposti dal vivo: il casaro, la lavorazione della fontina, la battitura del grano, l'allevamento delle pecore, la lavorazione della lana, la battitura del ferro, i segantini, le sarte, le lavandaie e il loro bucato alla fontana, i contrabbandieri, gli spazzacamini, la maestra e i suoi scolari.
Non mancano poi stand enogastronomici con specialità locali come le grigliate miste con verdure, la panna, le meraviglie e i lamponi, la "seuppa freida", il caffè fatto alla vecchia maniera e i vini valdostani; ma subito dopo aver mangiato e bevuto un orchestra rallegra la serata! Info qui


 

MEDIOEVO IN FESTA A FOSSANOVA
Medioevo in Festa” è un appuntamento imperdibile per curiosi e appassionati di atmosfere antiche. In questa occasione il borgo di Fossanova (frazione del Comune di Priverno-LT) spalancherà ai turisti le sue porte da venerdì 11 a domenica 13 agosto. Migliaia di visitatori a sera hanno scelto, negli anni, di assistere a una delle più accreditate  rievocazioni storiche laziali. Tre giorni di cortei in costume, giochi medievali, esibizioni di artisti di strada e la riscoperta di antichi sapori. Un viaggio nel tempo, tra cavalieri e dame, saltimbanchi e giocolieri, arcieri e balestrieri, mangiafuoco, falconieri e fachiri. Lungo le vie del borgo troveranno ospitalità espositori con oggetti di raffinato artigianato, botteghe e maestri d’arme, cibarie locali e provenienti da Paesi lontani. Info qui


 

SAGRA DEL RAVIOLO A RADICOFANI
A Contignano, frazione del Comune di Radicofani (SI), in Toscana, da venerdì 11 a martedì 15 agosto si svolgerà la tradizionale “Sagra del Raviolo”. Piccolo borgo nel cuore della Val d'Orcia, Contignano è teatro della quarantasettesima edizione della sagra gastronomica che si ripete ogni anno con successo per far conoscere ai visitatori le specialità gastronomiche preparate tradizionalmente dalle donne del posto. La sagra, dedicata al raviolo fatto a mano e servito con ragù o con burro e salvia, è un appuntamento ormai consolidato che richiama buongustai dalle zone circostanti e non solo, che in questa occasione possono assaggiare anche bruschette, tris di cacio e pere, carne alla brace, trippa, stinco di maiale al forno, fagioli all'uccelletto con salsiccia e frittura di pesce. Info qui


 

STRIGORA A TRIORA
Triora è il borgo ligure, in provincia di Imperia,  noto come il “paese delle streghe”, in virtù di un processo ampiamente documentato ad alcune donne considerate streghe che si tenne tra il 1587-1589. Nel 2001 è nata “Strigòra”, parola composta da "streghe" e da "Triora", che può anche magicamente significare “bocche delle streghe”. Da allora la manifestazione si ripete e si rinnova ogni anno con un unico scopo: rivalutare e smitizzare la figura delle povere donne, ingiustamente condannate come streghe. Il 20 agosto, già dalle prime ore del mattino,  alcune decine di espositori allestiranno nel centro storico dell'antico borgo le proprie bancarelle per un mercatino medievale. In questa occasione si può anche visitare il museo etnografico e della stregoneria, dove sono visibili gli atti del processo del 1587-89, oltre ad oggetti e testimonianze relativi alle antiche consuetudini dal sapore magico. Nel pomeriggio inizierà la festa vera e propria, un appuntamento pensato per tutta la famiglia, sia per i grandi sia per i più piccoli. Tra i vicoli, le stradine e le piazzette si incontreranno strani personaggi che incanteranno gli ospiti con musiche e spettacoli. Al calar della sera la giornata si concluderà con uno spettacolo teatrale itinerante ideato per essere goduto da un pubblico di tutte le età. Info qui.


 

BALLO DELLA CORDELLA A PETRALIA SOTTANA
La prima domenica successiva a Ferragosto, che quest’anno cade il 20 agosto, nel borgo siciliano di Petralia Sottana (PA) si svolge il “Ballo della Cordella”, rito di origine precristiana di ringraziamento per il raccolto e propiziatorio per la fertilità, di antichissime tradizioni contadine. In questa occasione dodici coppie di ballerini, simboleggianti i mesi dell'anno, balleranno intorno ad un palo sormontato da spighe di grano reggendo 24 nastri di vari colori, che vengono intrecciati a simboleggiare le stagioni o le costellazioni che ruotano attorno al sole, responsabile della fecondità agreste e della vita. La danza è anche un omaggio augurale ai giovani sposi affinché la loro unione sia feconda di prole, benessere e gioia. Negli anni il Ballo della Cordella si è arricchito con altri eventi, come il Raduno Mediterraneo del Folklore Internazionale con i gruppi folkloristici provenienti da diverse parti del mondo, "A serenata a zita", che va in scena la sera che precede il giorno del ballo della cordella, e “Cucine dal Mondo”, la kermesse all’insegna della gastronomia dove un team di cuochi propone i piatti delle cucine di varie nazionalità. Info qui

Fotogallery

Scorcio di Etroubles
Radicofani - Contignano
[Cliccare su una immagine per vedere a schermo intero]