La "Carta del Turismo 10 e lode"

Questo documento, sottoscritto da tutti i Comuni Bandiera arancione in occasione della Giornata Touring 2010, contiene principi guida e modelli comportamentali volti a proseguire ed intensificare l'azione di miglioramento della qualità della vita del territorio dei Comuni certificati.

Le Amministrazioni comunali, insieme alla cittadinanza, si impegnano così a mettere in pratica concretamente e quotidianamente queste "good practise" per sviluppare al meglio le qualità turistico-ambientali dei rispettivi territori.

Le linee guida a cui i Comuni si ispireranno per la loro attività amministrativa sono le seguenti:

 


 

1. il Patrimonio

Valorizzare il patrimonio storico-artistico e ambientale attraverso una maggiore attenzione al territorio e alle sue emergenze.

Nel concreto: le Amministrazioni si impegnano a migliorare la fruibilità di luoghi già aperti al pubblico e di recuperare quelli solitamente non accessibili a cittadini e turisti al fine di poter offrire un’ampia gamma di scelta ricreativa naturalistica e culturale.

 


 

2. la Cultura dell'accoglienza

Sensibilizzare la comunità locale sui valori dell’accoglienza poiché la soddisfazione del turista passa anche attraverso la qualità del prodotto, dei suoi servizi e delle relazioni interpersonali. Rendere l’esperienza di viaggio il più appagante possibile è un incentivo a tornare presso la località e può essere il valore aggiunto dei piccoli Comuni.

Nel concreto: verranno organizzati incontri o momenti formativi al fine di sensibilizzare gli operatori ed aggiornarli sul tema.

 


 

3. il Paesaggio

Preservare il territorio dalla costruzione “selvaggia”, verificando non solo la conformità degli interventi rispetto agli obblighi di legge, ma soprattutto l’impatto sul paesaggio e sulla sua armonia.

Nel concreto: l’inserimento, nel piano regolatore dei Comuni, dei suggerimenti di miglioramento forniti da Touring Club Italiano potrà prevenire l’edificazione di strutture non idonee all’aspetto e alle peculiarità del paesaggio.

 


 

4. l'Ambiente

Impegnarsi da subito, partendo dalle attività quotidiane, al raggiungimento degli obiettivi che l’Unione Europea si è posta per il 2020 circa la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, di una maggiore efficienza energetica e di un maggiore utilizzo di fonti rinnovabili.

Nel concreto: questo traguardo potrà essere raggiunto grazie alla diffusione delle buone pratiche già messe in atto da molti Comuni e sensibilizzando l’intera comunità locale a partire dai più giovani.

 


 

5. l'Accessibilità

Prestare maggiore attenzione alle necessità di chi ha esigenze particolari, affinché tutti possano fruire del patrimonio.

Nel concreto: sensibilizzare la comunità e gli operatori locali, attraverso azioni di comunicazione ad hoc, sulle necessità dei diversamente abili nei nostri territori.

 


 

6. i Prodotti del territorio

Sensibilizzare i ristoratori sull’utilizzo delle materie prime locali e incentivare cittadini e visitatori all’acquisto di prodotti a km 0. Le produzioni agroalimentari infatti possono rappresentare una vera e propria motivazione di viaggio.

Nel concreto: prevedere l’inserimento, nei nuovi regolamenti comunali per il rilascio delle licenze commerciali, di un incentivo sulla vendita e sull’utilizzo di prodotti locali.

 


 

7. gli Eventi della tradizione

Incentivare il recupero e la realizzazione di eventi e manifestazioni tradizionali con l’obiettivo di conservare sempre viva la memoria storica dei luoghi.

Nel concreto: sostenere le manifestazioni e gli eventi già esistenti in tutte le località Bandiera arancione, stimolarne la varietà e la diffusione per tutto l’arco dell’anno.

 


 

8. i Bambini

Far conoscere ai bambini delle scuole primarie le peculiarità del territorio e la storia del luogo attraverso i racconti dei cittadini, affinché da adulti apprezzino e amino il proprio paese.

Nel concreto: prevedere delle giornate a tema con incontri, racconti di adulti e anziani, spiegazione del significato della Bandiera arancione e del perché sia stata assegnata al Comune. Si potrà così trasmettere la consapevolezza della storia del territorio.

 


 

9. i Giovani

Sostenere e incentivare l’imprenditoria giovanile anche per stimolare l’economia locale e ridurre lo spopolamento dei territori.

Nel concreto: prevedere, nei progetti legati al territorio, l’incentivazione dell’imprenditoria giovanile, soprattutto nell’ambito turistico.

 


 

10. gli Acquisti e i comportamenti ecosostenibili

Oltre ai benefici diretti in termini ambientali, l’adozione di una politica ambientale di questo tipo può avere effetti positivi in termini di razionalizzazione della spesa pubblica. I prodotti verdi hanno un ridotto effetto sulla salute e sull’ambiente e acquistare verde significa operare una scelta oculata tenendo in considerazione gli impatti ambientali.

Nel concreto: promuovere gli acquisti ed i comportamenti verdi. Un impegno in questa direzione è perfettamente in linea con strategie di sviluppo sostenibile del territorio.