Questa è Pennabilli

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Le due punte rocciose tra le quali si dispone il centro, denominate Roccione (un tempo Penna) e Rupe (un tempo Billi), erano munite nel ‘300 di castelli; solo sulla seconda, segnata da una croce, sopravvivono ruderi del fortilizio, mentre il primo nucleo dell’abitato si formò ai piedi del Roccione, espandendosi poi tra le due fortificazioni. Da visitare il sistema museale: Mateureka - museo del Calcolo, dedicato all’informatica e alla matematica; il Museo diocesano A. Bergamaschi, nel recentemente ristrutturato Palazzo Bocchi; il Mondo di Tonino Guerra, nei sotterranei del trecentesco oratorio di S. Maria della Misericordia; il Museo naturalistico del parco Sasso Simone e Simoncello. Un’escursione nei dintorni porta alla pieve romanica di Ponte Messa e al borgo medievale di Bascio.  Nel centro storico e nel circondario si sviluppa un curioso museo diffuso nato dall’amore dello scrittore Tonino Guerra per questi luoghi. Tra gli eventi che animano il borgo, a luglio la Mostra mercato nazionale dell’antiquariato, tra le più importanti d’Italia e a giugno, il festival internazionale di arte di strada Artisti in piazza.

La località, immersa in un contesto naturalistico di pregio (parco naturale del Sasso Simone e Simoncello), si distingue per la presenza di un ufficio di informazioni turistiche ben visibile e con una buona disponibilità di materiale e per la buona offerta di posti letto e la varietà di strutture ricettive. Il borgo, con un centro storico tipico e armonico dal punto di vista architettonico, ospita inoltre vari attrattori storico-culturali di valore.

{{title}}
Provincia: 
Rimini
Regione: 
Emilia-Romagna
numero abitanti: 
3.098
Altitudine: 
629 mt s.l.m.
Informazioni turistiche: 

Ufficio turistico Pennabilli (riconosciuto I.A.T. della Provincia di Rimini) piazza Garibaldi 1 0541928659

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio