Questa è Petralia Sottana

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Petralia Sottana, sorge a 1000 metri slm nel cuore del massiccio centrale del Parco delle Madonie in una posizione territoriale e paesaggistica privilegiata per natura e ambiente, facilmente raggiungibile grazie alla SS120 dell’Etna e delle Madonie.  Le case si abbarbicano su uno sperone roccioso, mentre il complesso degli elementi urbanistici si diramano in modo da dare infiniti punti di vista panoramici e paesaggistici che sottolineano la compattezza e l’omogeneità della struttura urbanistica.

Il centro storico di Petralia Sottana, ha vissuto nei secoli un’evoluzione architettonica e stilistica senza mai alterarne la sua originaria natura, che conosce nel XVII secolo la sua stagione più ricca e intensa, con un intreccio di apporti culturali e di rinnovata tradizione artigiana che contribuiscono in modo significativo ad arricchirne la fisionomia edilizia. Vicoli stretti, “annati”, portici, lunghe scalinate e pittoresche fontane da dove sgorga copiosa ottima acqua di sorgente, caratterizzano le vie del centro storico, dove il selciato è intatto, l’asfalto non ha mai fatto comparsa. La sua caratteristica struttura urbana dall’estetica inequivocabile, si sviluppa attorno al nucleo del primitivo del castello e della chiesa madre, rendendo la cittadina caratteristica nella sua forma presepistica dove predominano l’armonia e l’omogeneità delle masse costruite per i materiali utilizzati e per i colori. Le case si armonizzano allo sperone roccioso sia per i materiali con cui sono costruite che per le tinte delle facciate e per gli elementi di apertura. Notevole la presenza di elementi decorativi simbolici e apotropaici. Anche i tetti si conservano intatti nella loro strutturazione a coppi siciliani, senza essere deturpati da antiestetici contenitori d’acqua. Le numerose emergenze architettoniche - chiese, palazzi e monumenti - conservano al loro interno tesori d’arte di grande pregio e ben si integrano omogeneamente con le case intorno. La sua ricchezza d’acqua la contraddistingue da sempre, ed è sottolineata dalle numerose fontane dove sgorga copiosa acqua di sorgente.  Il centro storico è sede del Percorso Geologico Urbano, il primo in Europa, che guida i visitatori in un museo diffuso, mentre altri punti di forza sono il museo Antonio Collisani con le sue sezioni archeologica e geologica. Tra le numerose chiese da segnalare la chiesa Madre seicentesca, che ingloba un precedente edificio  (si conserva un portale tardogotico del  XVI  secolo), e la chiesa della SS. Trinità, al cui interno è una notevole ancona marmorea con 23 bassorilievi di Gian Domenico Gagini raffiguranti la vita di Gesù (1542).

Petralia Sottana è sede dell’Ente Parco delle Madonie è il Comune che ha la maggior parte di territorio ricadente in zona parco con ben 5.891 ettari e numerosi geositi Geopark Madonie UNESCO. Dal punta di vista ambientale e naturalistico con un territorio di grande pregio ricco di monumenti della natura La località è centro base per l’escursionismo che si articola in numerosi sentieri che intersecano dorsali e vallate, passando per i luoghi più significativi del territorio e offrendo al visitatore scorci di paesaggi di integra bellezza. Il piano di sentieristica, in costante ampliamento, comprende percorsi di varie difficoltà, sono inoltre fruibili percorsi cicloturistici ed equestri, nonché piste sciistiche con impianti di risalita nella frazione Piano Battaglia.

La cultura della sostenibilità è di grande rilevanza grazie all’adesione alle nuove politiche di energie rinnovabili e di conservazione e valorizzazione di siti di archeologia industriale, quale la Centrale Idroelettrica di Contrada Catarratti del 1908 dedicata all’energia rinnovabile e alla sua divulgazione scientifica e didattica.

Il caratteristico Corteo Nuziale e il tradizionale Ballo Pantomima della Cordella (la prima domenica dopo ferragosto) costituiscono una particolare  forma di spettacolo nel suggestivo scenario naturale di Petralia Sottana e sono ormai acquisiti alla storia, al folklore, alle tradizioni antichissime delle genti di Sicilia. Il Raduno Mediterraneo Jazz Manouche, che si svolge l'ultimo fine settimana di agosto, è un appuntamento culturale unico nel suo genere.Tuttora molto sentiti e partecipati sono i riti della Settimana Santa. La Festa dei Sapori Madoniti d'Autunno, in ottobre, rappresenta un vero e proprio viaggio nei sapori, arricchito da musiche e spettacoli.

 

La località si distingue per il contesto paesaggistico di pregio (parco delle Madonie) e presenta un centro storico raccolto e tipico. La cittadina si distingue inoltre per la vivacità, per la varietà dei servizi offerti e per la buona promozione degli eventi.  Da segnalare un interessante sentiero geologico urbano.

{{title}}
Provincia: 
Palermo
Regione: 
Sicilia
numero abitanti: 
2.940
Altitudine: 
1.000 mt s.l.m.
Informazioni turistiche: 

Uffico turistico Comunale - Museo Civico Antonio Collisani

Corso Paolo Agliata, 100

Telefono: 
0921641811
Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio