Castelvetro di Modena, dove il rosso affascina

Il vino (Lambrusco Grasparossa), un museo dedicato (Rosso Graspa) e gli imperdibili colori dei filari autunnali: emozionati nel territorio di questo borgo Bandiera Arancione

Questo articolo vuole raccontare le bellezze, le caratteristiche tipiche, le storie e le esperienze che è possibile vivere in questo borgo Bandiera Arancione. In un momento di incertezza e di crescente emergenza sanitaria che costringe tutti a una maggiore prudenza e cautela, vuole ispirare il lettore, far conoscere le eccellenze dei piccoli borghi e permettere di arricchire la propria "lista dei desideri" fornendo spunti e suggestioni che potrà poi andare a scoprire di persona non appena possibile.

A pochi chilometri dal centro storico di Modena, nella prima fascia collinare, esistono luoghi di grande bellezza e unicità, dove ogni anno la natura mette in scena uno spettacolo incredibile: i filari del Lambrusco Grasparossa che incantano tutti.
Partendo da Castelvetro di Modena, borgo Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, fino a Solignano Vecchio e Levizzano, è un susseguirsi continuo di persone - chi in auto, chi a piedi - che vengono a fotografare i filari divenuti rossi. Una grande particolarità di questo territorio, tutelata come si fa per le unicità (anche paesaggistiche) più distintive. E il rosso, in queste zone, è un colore che ritorna in tante diverse declinazioni ma che, sempre, affascina.

MUSEO ROSSO GRASPA
La sede di questo recente museo vale già una visita: il Castello di Levizzano Rangone. Situato sulle colline dell'omonima frazione di Castelvetro, è una residenza fortificata circondata da mura, con la torre Matildica a svettare al centro del complesso.
Il castello è in posizione dominante su uno splendido paesaggio agricolo ed offre quindi una cornice perfetta per un museo dedicato al vino e alla società contadina. Nasce così Rosso Graspa, dedicato alla storia e alla cultura del territorio, un museo dove letteralmente immergersi (c'è infatti anche una ricca dimensione acustica da scoprire...) nella vita quotidiana della società rurale del passato. Una visita adatta a tutti, anche alle famiglie con bambini, che dimostrano di apprezzare il museo. In un gioco di rimandi, i visitatori trovano nel museo le tracce di un passato non troppo lontano, che si specchia ancora nell'ambiente circostante. E il museo non esaurisce la sua proposta dentro le mura del Castello, ma invita a proseguirla fuori, mettendosi in cammino tra i campi e i filari, pratica concreta di conoscenza sincera e coinvolgente.
Per maggiori informazioni sul castello e sul museo, sui cammini suggeriti nei dintorni e sulle visite, guarda il sito
Per il calendario delle visite guidate (in sicurezza e rispettando le norme anti-Covid) clicca qui

VISITE E DEGUSTAZIONI NELLE CANTINE E NELLE ACETAIE
Il Lambrusco Grasparossa non è l'unica eccellenza del territorio di Castelvetro di Modena. Non va infatti dimenticato l'aceto balsamico tradizionale, che arricchisce la cucina locale con il suo gusto inconfondibile.
Ci sono pacchetti promozionali che permettono di conoscere e soprattutto gustare questi prodotti, visite e degustazioni in cantina e/o in acetaia.
Per maggiori informazioni, visita il sito.

VISITA AL BORGO DI CASTELVETRO
In questo ricco programma di bellezze da vedere, scoprire e gustare, non bisogna dimenticare di dedicare un po' di tempo anche ad una visita del borgo di Castelvetro di Modena, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, garanzia di qualità turistico-ambientale.
Borgo dall'aspetto pittoresco, con un profilo caratterizzato dall'emergere di torri e campanili, è situato nel cuore dell’Emilia Romagna, tra Modena e Bologna. Il territorio di Castelvetro unisce pregi ed attrattive paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche ad una politica di sviluppo del territorio basata sulla salvaguardia e la valorizzazione del suo ambiente in un’ottica di sviluppo sostenibile.
La visita al borgo si può fare tutto l'anno, ma nel periodo autunnale i colori sono indubbiamente particolari e suggestivi. Segnaliamo la possibilità di una visita guidata prevista il 14 novembre (a pagamento e su prenotazione) con degustazione finale di aceto balsamico tradizionale all'interno della rassegna "I gioielli del  borgo". Qui maggiori informazioni.

Per sapere tutto sul territorio di Castelvetro e sulle attività in programma, il punto di riferimento è il sito Visit Castelvetro.

PUÒ INTERESSARTI ANCHE:
Scopri di più su Castelvetro di Modena e sul perchè è Bandiera Arancione del Touring Club Italiano
Simone, la famiglia Tintori e il balsamico di Castelvetro, storie di segreti custoditi in soffitta
Porta il borgo di Castelvetro a casa tua

Foto di Loris Tagliazucchi e Comune di Castelvetro di Modena