Ci sono 5 nuovi borghi accoglienti da scoprire!

Cresce il numero di Bandiere arancioni, sale infatti a 209 il numero di località certificate dal Touring.  

Ricche di cultura, natura e prodotti tipici, socialmente impegnate e green, vive e in espansione turistica, sanno offrire un'accoglienza veramente di qualità: questa la "carta d'identità" delle Bandiere arancioni, piccole località eccellenti dell'entroterra italiano.

Scopri le new entry 2015 appena certificate!

Corigliano d'Otranto (LE) 
Non lontano dalle rinomate spiagge del Salento, è uno dei più noti centri della Grecìa Salentina in cui si ammirano l’arco Lucchetti, dai fitti intagli d’ispirazione bizantina, classica e islamica, ma soprattutto il medievale castello de’Monti.

 

Specchia (LE) 
Nel cuore delle Serre Salentine, il paese offre nel centro dell’abitato il settecentesco palazzo Protonobilissimo. Da visitare anche il convento dei Francescani Neri e i frantoi ipogei.

 

Troia (FG) 
Da non perdere la cattedrale con il rosone candidato da 11 colonnine “cucite” ad archetti che definiscono le transenne marmoree. Da visitare anche il museo del Tesoro della Cattedrale, il Museo diocesano e la chiesa di S.Basilio, mentre da degustare è il vino rosso DOC “Nero di Troia”.

 

Bova (RC) 
Antico e caratteristico paese, dominato dai resti di un castello normanno, è uno dei più importanti centri grecanici della regione. Da visitare la Cattedrale settecentesca e il Museo di paleontologia e scienze naturali dell’Aspromonte.

 

Gerace (RC) 
Città nobile e austera, ricca e potente sotto i normanni tanto da contare 79 chiese,12 conventi e 8 monasteri, oggi conserva il sapore medievale, scorci di grande suggestione e gioielli architettonici come la superba Cattedrale.