Dal Marocco a Pignone, Bouchra e la sua accoglienza di qualità alla Via del Sale

Nel borgo Bandiera Arancione del Touring Club Italiano,

Un’importante struttura ricettiva del territorio di Pignone, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, è l'agriturismo La Via del Sale (Via Penegalla, 163, tel. 0187887606) gestita da Bouchra Hajab, originaria del Marocco. Bouchra viene in Italia venti anni fa ed in seguito viene raggiunta dal resto della sua famiglia, dopo avere sposato un pignonese.

Nel 2008 prende in mano la gestione dell’azienda agricola della zia del marito e la conduce poi alla conversione, all’ampliamento, nella direzione dell’agriturismo.

Produce le patate tipiche del territorio di Pignone, frutta (susine, mele, limoni, more, olive) e ortaggi, tutto poi utilizzato per la ristorazione offerta a turisti e viandanti.

"Sono nata e cresciuta in una grande città, Casablanca, e non ero abituata alla vita agreste. La passione per la terra mi è stata trasmessa dalla famiglia di mio marito e adesso sono io che gestisco tutte le attività agricole e di allevamento."

Per maggiori informazioni, c'è la pagina Facebook.

PUÒ INTERESSARTI ANCHE:
Scopri di più su Pignone e sul perchè è Bandiera Arancione del Touring Club Italiano
La Ferriera, prodotti genuini e tranquillità a pochi km dalle Cinque Terre
Il Castellaro a Pignone, cibo e alloggio a due passi dalle Cinque Terre
La Caffetteria del borgo, punto di ritrovo della comunità di Pignone, vicino alle Cinque Terre
Accoglienza internazionale nel centro di Pignone, in val di Vara
La segheria Agnetti di Pignone, in val di Vara, lavorazioni in legno dal 1887
La calorosa accoglienza del B&B La Meridiana, a un passo dalle Cinque Terre
Piatti tipici delle Cinque Terre e della Val di Vara al Ristorante Puin
Locanda da Marco, accoglienza, gusto e sostenibilità a ridosso delle Cinque Terre
I prodotti tipici e genuini di Pignone dell'azienda I Cavezzali

Testo: Nicola Patruno, a cura di Touring Club Italiano - Foto: Cesura / Luca Santese

Articolo realizzato nell’ambito del progetto RESTA! –finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese-Avviso n.1/2018