Gli eventi principali a Gerace

A fine luglio 3 giorni intensi e un'atmosfera magica con l'arte di strada, poi tante feste e concerti

Sono molti gli eventi e le feste che segnano l'anno di Gerace, borgo tra i più attivi in Calabria per l'organizzazione di manifestazioni.

Innanzitutto, è da ricordare “Il Borgo Incantato”, la prima rassegna internazionale di arte di strada in Calabria: nata nel 1999, ha sempre riscosso un notevole successo di pubblico, dato che attira una marea di spettatori, oltre 10mila persone a serata. La rassegna si svolge ogni estate a fine luglio (nel 2019 dal 26 al 28 luglio), durante tre appuntamenti serali d'intensità unica, in cui le strade sono invase da musicisti, band itineranti, giocolieri, funamboli, trampolieri, mangiafuoco, mimi, clown, maghi e prestigiatori provenienti da tutto il mondo per animare il borgo medievale con spettacoli mozzafiato ed evoluzioni acrobatiche, intrattenendo il pubblico in un'atmosfera magica e allegra, in cui l’arte di strada diventa anche un mezzo per promuovere il patrimonio culturale del centro storico. Le luci delle fiaccole guidano infatti i numerosi visitatori lungo le viuzze dell'antico borgo medievale, fra chiese e palazzi fino alle principali piazze, cuore degli eventi: le piazze del Tocco, delle Tre Chiese e della Cattedrale. E nel frattempo nelle cantine dei principali palazzi vengono allestiti tavoli dove degustare i prodotti della gastronomia locale.

Sempre nel periodo estivo, sono da segnalare la Festa del Sacro Cuore (la prima domenica di luglio), curata dall'omonima confraternita, e quella della Madonna del Carmine (il sabato e la domenica successivi al 16 luglio, giorno della Nostra Signora del Carmelo), anche questa curata dall'omonima confraternita: per l'occasione, vengono organizzati una fiera e spettacoli di vario tipo (tra cui uno pirotecnico).

Ad agosto si svolgono anche le feste patronali: i giorni 22 e 23 si può assistere alla processione dei santi patroni per le vie della città (sono ben tre: Madonna Immacolata Protettrice di Gerace e della Diocesi, Sant’Antonio del Castello e Santa Veneranda), mentre a corollario sono appuntamenti immancabili gli spettacoli musicali e soprattutto il tradizionale ballo del cavalluccio. È questa una tipica danza calabrese di origine spagnola, sempre più rara ma estremamente suggestiva, che rappresenta la lotta tra bene e male e viene ballata a ritmo di tarantella. Richiede una grande abilità: il ballerino deve essere anche un fuochista, visto che il cavalluccio sulla sua testa – un fantoccio generalmente costruito con canne – è costellato di polvere pirica e viene acceso gradualmente non appena parte la musica. Il pubblico è disposto a cerchio attorno al ballerino e fa festa mentre il destriero sputa fuoco sulla gente, in una escalation di botti, fiamme e scintille.



Infine, da citare ancora la Festa di Maria Santissima di Prestarona (prima domenica dopo Pasqua), una festa religiosa e campestre con la fiera del bestiame, e i concerti organizzati nella Cattedrale per Capodanno e l'Epifania.

Testo: Roberto Copello e Stefano Brambilla - Foto: pagina facebook Il Borgo Incantato - Festival Internazionale di Arte di Strada

PUÒ INTERESSARTI ANCHE:
Che cosa vedere a Gerace
I prodotti tipici di Gerace
Gerace: perchè Bandiera arancione TCI