Helen e i Rodi: delizie ai frutti di bosco dell'Appennino

A Fanano, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, tanti prodotti (anche cosmetici!) grazie alla natura e all'amore per questa terra

Tra chi ha deciso di stabilirsi a Fanano, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano sull'Appennino modenese, c'è anche Helen Raemy, nata a Friburgo, in Svizzera, da padre svizzero e mamma italiana. Nel 1971 decide un “ritorno” in patria e poco dopo si sposa con un ragazzo conosciuto in uno dei suoi soggiorni di vacanza in Italia. Dopo avere vissuto dieci anni a Modena, decide col marito di allontanarsi dalla città per una vita più direttamente legata alla terra.

"L’azienda attuale I Rodi ( via Cima Lotta, 848/A, Fanano) - racconta Helen - nasce nel 1998 e si dedica soprattutto alla coltivazione, la raccolta e la trasformazione di frutti di bosco: principalmente more, fragole, lamponi, ribes, uva spina. Si è poi aggiunta un’altra bacca, il mirtillo nero selvatico, una pianta officinale che è peculiarità assoluta di queste zone."

Nel tempo Helene e la sua famiglia hanno seguito diversi corsi, sia a Modena sia a Bologna, per migliorare costantemente i processi di trasformazione della frutta. Hanno raggiunto eccellenti risultati sia in termini qualitativi sia di affinamento dei processi produttivi per succhi, concentrati, estratti, marmellate, composte, liquori, tisane e, ultimamente, anche cosmetici.

"Alla base della filosofia de I Rodi c’è un rapporto organico e amorevole col territorio, che consiste in un reciproco scambio di dare e avere: da un lato prendere il meglio che queste terre possono fornire, restituendo però rispetto e cura."

I Rodi lavorano molto sia con privati che con esercizi commerciali, bar, ristoranti, farmacie, profumerie.
"Nel 2019 abbiamo inoltre aperto un punto vendita in loco, vicino al laboratorio, dove è possibile fare una pausa ristoratrice lungo diversi percorsi di trekking, acquistare e assaggiare sia i prodotti aziendali sia miele locale, nonché acquistare piccoli oggetti di artigianato locale, come ad esempio le famose “marcolfe”, delle statuette benaugurali intagliate nella pietra."

Per scoprire tutti i prodotti e saperne di più, ci sono il sito e la pagina Facebook.

PUÒ INTERESSARTI ANCHE:
Scopri di più su Fanano e sul perchè è Bandiera Arancione del Touring Club Italiano
La natura d'Appennino che ispira le creazioni di Chiara, artigiana in cammino
Carolina, appassionata giovane sarta con una maestra d'eccezione

Testo: Nicola Patruno, a cura di Touring Club Italiano - Foto: Cesura / Luca Santese

Articolo realizzato nell’ambito del progetto RESTA! –finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese-Avviso n.1/2018