L'esperienza della cerca del tartufo e il percorso dei trifulau, natura e prodotti tipici protagonisti a Rosignano Monferrato

Nel borgo, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano in Valle Ghenza, un percorso immerso nella natura per scoprire (e anche cercare) uno dei prodotti tipici più pregiati

Nel cuore del Monferrato Casalese, ad un'ora di auto circa da Torino, Milano e Genova, Rosignano Monferrato, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, accoglie i visitatori in ogni stagione con panorami collinari mozzafiato, percorsi d’arte, vini d’eccellenza e prodotti gastronomici ed artigianali di alta qualità.

La natura e il pregiato tartufo bianco sono i protagonisti delle azioni di salvaguardia e valorizzazione messe in atto dall'Amministrazione e dall'Associazione Tartufai Valle Ghenza, per permettere a visitatori e curiosi di godere dei magnifici paesaggi che il territorio sa offrire, conoscere meglio questo prodotto di eccellenza e vivere anche esperienze uniche, come la "cerca del tartufo".

L'Associazione Tartufai Valle Ghenza nasce nel novembre 2017, con il patrocinio e sostegno dei comuni di Rosignano M.to, Cella Monte e Frassinello M.to. Ad oggi conta circa quaranta associati. Da settembre 2018 gestisce una tartufaia controllata di circa 51 ettari, realizzata grazie alla adesione dei tartufai dei tre comuni e dei loro terreni in collaborazione con agricoltori e privati cittadini che sensibilizzati su tematiche quali la salvaguardia del patrimonio tartufigeno locale, il controllo delle attività illecite spesso legate alla libera cerca e promozione del territorio attraverso attività turistico/didattiche, hanno aderito all'iniziativa.

La tartufai di cinque anni in cinque anni viene sottoposta a rinnovo, con l'impegno di eseguire manutenzione dei terreni a vocazione tartufigena e delle tartufaie naturali, la messa a dimora di nuove piante adatte ad entrare in simbiosi con la più importante e pregiata specie di tartufo: il Tuber Magnatum Pico noto a tutti come tartufo bianco.

L’Associazione Tartufai della Valle Ghenza dà inotre la possibilità di provare l’esperienza unica della “cerca al tartufo” con la guida di “trifulau” esperti e naturalmente in compagnia dei veri protagonisti di questa magnifica ed emozionante avventura…i fedeli “tabui”.

La stessa Associazione in collaborazione con i Comuni di Rosignano Monferrato, Frassinello Monferratto, Cella Monte e San Giorgio Monferrato, ha realizzato il Percorso dei trifulau con l’obiettivo di valorizzare, preservare e tramandare le tradizioni e la cultura legate al tartufo. Per questo, il visitatore è accompagnato lungo l’itinerario da 10 cartelli informativi.
 
Il percorso, che fa parte del “Circuito Monferrato degli Infernot”, è immerso nella natura, ha una lunghezza di circa 4 km (andata e ritorno), in piano e su fondo sterrato. Inizia lungo la SP42, poco prima del bivio per Frazione Stevani, dove si trova un punto del Museo Contadino Diffuso di Rosignano M.to, dedicato ai temi dei trifulau (i tartufai, così chiamati nel dialetto locale) e della fienagione.
 

A metà percorso si costeggia il Mulino, di proprietà privata, esempio di "archeologia industriale" di fine ‘800, è stato oggetto di interventi di ampliamento ad inizio e metà ‘900 ed è stato in funzione e molto utilizzato fino agli anni '70 del secolo scorso.
 
Per maggiori informazioni sul percorso c'è il sito, sull'Associazione Tartufai Valle Ghenza c'è la pagina facebook.
 
Foto: pagina Facebook Associazione Tartufai Valle Ghenza e Rosignano Monferrato Info Point