Turismo sostenibile nei borghi Bandiera arancione

Il 2017 è l’anno internazionale del turismo sostenibile secondo l’ONU, mentre  per il Ministero dei Beni Culturali è anche l’anno nazionale dei borghi italiani. Due elementi che ben si sposano con le località Bandiera arancione del Touring: piccoli Comuni dell'entroterra che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità e una particolare attenzione all'ambiente e allo sviluppo di un turismo sostenibile.

La sostenibilità oggi è un desiderio sempre più diffuso, siamo sempre più sensibili a questo argomento, e ogni passo compiuto in tal senso si traduce in grandi vantaggi per l’ambiente. Se anche tu sei un turista particolarmente attento all’ambiente, alla ricerca di un’esperienza di viaggio di qualità dove la sostenibilità ambientale, la tutela del territorio e del patrimonio artistico-culturale si uniscono per regalare autenticità al viaggio, segnaliamo di seguito alcuni borghi certificati con la Bandiera arancione che rispecchiano questa idea di vacanza, dove trascorrere un soggiorno all'insegna della sostenibilità.

CAMPO TURES (BZ)
Tra le montagne più a nord dell'Alto Adige, alle porte del Parco Naturale Vedrette di Ries Aurina, si trova la vivace località di Campo Tures. Posto ideale per trascorrere vacanze rilassanti e a contatto con la natura. Da non perdere Castel Tures, uno dei castelli meglio conservati dell’Alto Adige, arroccato su una rupe che domina la valle a nord del paese.

Campo Tures si distingue per la gestione sostenibile del turismo e delle risorse naturali. La località ha scelto di essere custode delle sue bellezze naturali e di investire molto nella conservazione. Il progetto “Comune energetico” include una serie di provvedimenti tra cui il controllo energetico degli edifici, il management energetico comunale e l’energia del teleriscaldamento. Il borgo produce energia in eccesso grazie ad una centrale elettrica molto efficiente sul torrente Aurina ed ospita alcune delle strutture ricettive più sostenibili in Europa. L’obiettivo di Campo Tures è infatti diventare il primo Comune a “emissione zero” dell’Alto Adige.

In quanto a turismo sostenibile numerose strutture alberghiere hanno fatto del risparmio energetico la propria filosofia e hanno deciso di proporre alla clientela solo ricette fatte con prodotti locali, valorizzando le eccellenze gastronomiche della Valle come latte e formaggi biologici e piante selvatiche.

Ulteriori in formazioni qui.


VARESE LIGURE (SP)
Alle spalle delle Cinque Terre, Varese Ligure è inserito nel verde della val di Vara. Deve la sua fama al Borgo Rotondo, abitato mercantile e commerciale composto da un girotondo di case porticate dalle facciate dipinte. Il Borgo è protetto dal castello dei Fieschi, esempio di architettura fortificata del ‘400 che oggi ospita mostre e convegni.

Varese Ligure è il primo Comune in Europa che ha ottenuto la certificazione ambientale ISO-14001 e la registrazione EMAS da parte del Comitato Ecolabel-Ecoaudit che hanno accertato importanti processi di efficienza ambientale, hanno verificato l'assenza di agenti inquinanti, hanno garantito la qualità dei servizi urbani (gestione dei rifiuti, trattamento delle acque, servizi alle imprese, trasporti, tutela del paesaggio) ed hanno riconosciuto la valenza turistica del territorio

Questo piccolo borgo ha saputo coniugare insieme ambiente, impresa ed occupazione. L'adozione di politiche ambientali all'avanguardia ha contribuito a proporre Varese Ligure come una nuova e valida alternativa turistica che offre al visitatore la possibilità di scoprire il fascino di testimonianze storiche ed artistiche e di addentrarsi nell'importante patrimonio naturalistico della "Valle del biologico" grazie all'abilità delle imprese locali del settore agricolo e zoologico di saper coniugare un'attività imprenditoriale con il rispetto della natura del luogo, che ha permesso di ottenere il marchio di qualità ambientale e di mettere in moto un commercio di prodotti non trattati, rivolti al mercato biologico che costituisce una forma di ricchezza e di distinzione.

Ulteriori informazioni qui.



PECCIOLI (PI)
Borgo collinare immerso in un territorio prevalentemente rurale. La tradizionale impostazione agricola del territorio è stata sapientemente conservata negli anni e diverse aziende agricole del territorio hanno intrapreso anche una più moderna vocazione agrituristica. Per gli amanti  della natura e delle passeggiate all’aria aperta, Peccioli offre la possibilita' di avventurarsi in ben 6 interessanti e piacevoli percorsi naturalistici.

Nell’ambito del turismo sostenibile è nata e si è sviluppata una nuova idea di ospitalità legata all’albergo diffuso, che vuol dire limitare o azzerare l’impatto ambientale, significa ridurre il più possibile le opere di cementificazione e migliorare l’offerta turistica senza che essa abbia ripercussioni sul territorio. L'idea è quella di ospitare viaggiatori che vogliano "diventare pecciolesi" per un po' di tempo, per vivere un'esperienza davvero autentica.

Peccioli è anche da segnalare  per l'esempio virtuoso di gestione dei rifiuti. Il piccolo borgo medievale, infatti, ha fatto della sua discarica una vera e propria risorsa per i cittadini e il territorio, garantendo alla cittadinanza imposte bassissime, efficienza e tutela ambientale. Ma soprattutto ha dato vita a un modello di partecipazione attiva.

Ulteriori informazioni qui.


Fotogallery

[Cliccare su una immagine per vedere a schermo intero]