Arona

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, di fronte alla rocca d’Angera, Arona è uno dei principali centri del Verbano sud-occidentale, famosa anche per aver dato i natali a San Carlo Borromeo.

 



COSA VEDERE

Tra i principali luoghi d’interesse c’è la colossale statua di San Carlo Borromeo (chiamata anche il “Sancarlone”): è possibile visitarla dall’interno e giungendo fino all’apice (35,10 metri l’altezza totale) si gode di uno splendido panorama. Accanto alla statua, la chiesa dedicata a San Carlo racchiude all’interno la Camera dei Tre Laghi, ricostruzione della stanza nella rocca di Arona in cui nacque il santo. A nord della città, su uno sperone roccioso, si trovano i resti della rocca di Arona, circondata da un parco aperto al pubblico con vista panoramica sul lago.
Il centro storico, elegante e vivace, offre interessanti testimonianze d’arte, tra le quali segnaliamo la collegiata della Natività di S. Maria Vergine, in stile tardo-gotico, che custodisce opere notevoli come il polittico della Natività di Maria di Gaudenzio Ferrari, le tele del Morazzone e un bellissimo organo e la chiesa dei SS. Martiri, di origine romanica, con interno gotico e facciata barocca. Il cuore dell’Arona medievale è piazza del Popolo, elegante e con magnifica vista sul lago, con il vecchio palazzo di Giustizia e la chiesa di Santa Marta. Il Civico Museo Archeologico, che ricostruisce il ricco passato del basso Verbano, ospita anche il calco della celebre ruota dei Lagoni di Mercurago, sito archeologico che dal 2011 è parte del Patrimonio Mondiale Unesco quale sito palafitticolo preistorico dell’arco alpino. Oggi è un Parco naturale protetto dotato di una fitta rete di sentieri, che consentono al visitatore di addentrarvisi e di percorrerlo per esteso.

EVENTI
Molto caratteristici sono il Mercatino degli hobbisti (generalmente a fine mese), il Mercatino dell’antiquariato (prima domenica del mese) e il Mercato contadino (ultimo sabato del mese).

“Il valore e la varietà dei numerosi monumenti uniti al contesto naturalistico (arricchito dalla presenza del Lago Maggiore) e alla vivacità della località sono punti di forza importanti. Buono è anche il servizio di informazioni turistiche con un punto informativo dedicato, ben visibile e ricco di materiali utili. La presenza di ztl e aree pedonali nel centro storico ne permettono una piacevole scoperta in modalità slow.” Paolo, ghost visitor TCI

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio