Cherasco

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Cittadina a pianta quadrilatera, situata sulla terrazza fluviale formata dalla confluenza della Stura di Demonte con il Tanaro, ha ampie vie ortogonali aperte da portici ed è abbellita da numerosi edifici civili e religiosi che vanno dal medioevo all’età barocca.

COSA VEDERE

Da vedere la chiesa di San Martino, costruita in forme romaniche tra il XIII e il XIV secolo, e la chiesa di San Pietro, la più antica e importante della località, che conserva un’interessante facciata romanica. Da segnalare il Palazzo Salmatoris affrescato dal Taricco e residenza dei Savoia, in cui Napoleone dettò la resa a Vittorio Amedeo III, che ospita numerose mostre d’arte. Nel seicentesco Palazzo Gotti di Salerano ha poi sede il Museo civico "Giovan Battista Adriani". Segnaliamo anche l’arco del Belvedere, il Santuario della Madonna del Popolo e il Santuario della Madonna delle Grazie. Da fare anche una passeggiata sui bastioni del ‘500, con splendido panorama sulle Langhe e sulle Alpi, che termina in prossimità del Castello Visconteo (residenza privata).

PRODOTTI E TRADIZIONI

Da non perdere i tipici Baci di Cherasco, confetti di cioccolato nati nel 1881 e prodotti con le nocciole delle Langhe tostate e con il cioccolato fondente. Il Barolo Mantoetto; la Robiola De.C.O. di capra; la chiocciola in tutte le sue declinazioni; la Rana di Roreto di Cherasco e la Salsiccia al barolo. L’Acqua di Cherasco, collezione di fragranze per l’ambiente dedicate alla città.

EVENTI
Da non perdere sono gli storici mercati di antiquariato e collezionismo.

"Il comune, in grado di distinguersi per gli ottimi risultati raggiunti riguardo la raccolta differenziata, è caratterizzato da numerosi elementi storico-culturali e dalla produzione dei Baci di Cherasco, cioccolatini tipici di questo paese. Inoltre durante tutto l’anno è attivo un ricco calendario di eventi." Elsa, ghost visitor TCI

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio