Corinaldo

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Città medievale e rinascimentale, custodisce le mura tra le meglio conservate delle Marche (secc. XIV-XV), quasi un chilometro di fortificazioni intervallate da portoni, bastioni, torri nonché uno sperone merlato attribuito a Francesco di Giorgio Martini.

COSA VEDERE

Il centro storico è caratterizzato da vie strette che sul lato di ponente si dilatano diventando più ampie e regolari. Alcune di queste hanno l’aspetto di vero monumento come la Piaggia, che sale fino alla sommità del colle e lungo la quale si trova il famoso Pozzo della Polenta, oggetto di una divertente storiella.  Interessante il teatro Carlo Goldoni, originariamente dotato di un ingegnoso dispositivo capace di elevare o abbassare la platea a seconda delle necessità. Riaperto dopo un accurato restauro nel 2005, ospita ogni anno una ricca stagione di teatro di prosa, teatro amatoriale, concerti, esibizioni di danza e spettacoli per ragazzi.
Molto ricca la Civica Raccolta d'Arte "Claudio Ridolfi", ospitata nelle sale dell'ex Monastero degli Agostiniani, con opere dal 1500 al 1700 e un gruppo di dipinti contemporanei di Nori de Nobili.
Corinaldo è la città natale di Santa Maria Goretti ed è possibile visitare la sua casa e il Santuario diocesano a lei dedicato.

EVENTI

A luglio da non perdere la Contesa del pozzo della polenta, rievocazione storica che si rifà a una leggenda locale e che vede il coinvolgimento di oltre 300 figuranti, i cui costumi sono rinnovati di anno in anno e conservati nella Sala del Costume e delle tradizioni popolari.

PRODOTTI E TRADIZIONI

Dai vigneti e oliveti dell’ondulata campagna circostante si producono il Verdicchio dei Castelli di Jesi e l’olio extravergine di oliva, ricavato prevalentemente dai cultivar Moraiolo, Leccino, Frantoio e Raggia.

“La località è caratterizzata da un centro storico omogeneo e ben conservato, valorizzato e promosso da un efficiente servizio di informazioni turistiche, con orari di apertura estesi, e ricco di materiale informativo. Inoltre il borgo si segnala per un ricco calendario di manifestazioni ed eventi che rendono la località ancora più vivace e accogliente. Notevole è anche l ‘attenzione verso la tutela dell’ambiente, come dimostra l’efficace gestione ambientale e l’elevata percentuale di raccolta indifferenziata.” Marta, ghost visitor TCI

Auto: 
Percorrendo l'autostrada A14, sia da nord che da sud, è possibile uscire al casello di Senigallia e proseguire lungo la Strada Provinciale Corinaldese per 18 km fino a Corinaldo.
Treno: 
La stazione ferroviaria più vicina è quella di Senigallia.
Aereo: 
L'aeroporto più vicino è quello di Ancona (Falconara Marittima) che è collegato da un servizio ferroviario diretto con partenza dalla stazione di Castelferretti (situata di fronte allo scalo) ed arrivo alla stazione ferroviaria di Ancona. L'aeroporto è collegato alla stazione ferroviaria di Ancona anche con un autobus diurno della Conerobus.
Altro: 
Corinaldo è collegata a Senigallia da alcune corse di autobus nei giorni feriali (www.buccisenigallia.it).
scopri anche gli
eventi
Dal 18 01 al 02 04 2020
scopri anche gli
Approfondimenti
Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio