Entracque

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Piccolo Comune dell'alta valle Gesso di particolare interesse ambientale all’interno del Parco naturale delle Alpi Marittime, offre numerose opportunità per vivere una tipica vacanza outdoor, capace di soddisfare sportivi, famiglie, bikers, escursionisti o semplici amanti della rilassante atmosfera alpina.

COSA VEDERE

Il piccolo centro storico è caratterizzato dalle tipiche case montane in legno e pietra e dalle numerose fontane, a testimonianza di uno speciale legame della località con l’acqua. La chiesa di Sant'Antonino Martire, già nominata fin dal secolo XIII, deve la sua costruzione all’operosità dei monaci benedetti. Il Centro faunistico Uomini e Lupi, sviluppato in due sezioni in piazza Giustizia e Libertà e in località Casermette, è il primo centro faunistico delle Alpi italiane interamente dedicato al lupo, che offre al visitatore l’opportunità di approfondire la conoscenza dell’animale e del suo comportamento. Il Centro informazioni della Centrale Enel, per conoscere tutti i segreti delle dighe, la loro storia ed il funzionamento della centrale idroelettrica. Il Centro è aperto ai turisti con visite guidate ma anche alle scuole, per le quali organizza specifici programmi. Il contesto naturalistico, i numerosi sentieri, le attività sportive all’aria aperta e i laghi (come quelli della Piastra, del Chiotas e della Rovina). Il museo di Arte sacra che testimonia il ricco patrimonio culturale e artistico legato alla comunità religiosa del paese.

PRODOTTI E TRADIZIONI

Il prodotto principale è la patata di Entracque, caratterizzata da una particolare sapidezza e dalla maggiore conservabilità, diretta conseguenza della natura del suolo e dell’aspetto del clima. Per valorizzare questo prodotto, umile ma richiestissimo, in Entracque, si è costituito il "Consorzio produttori della patata di Entracque. Con le patate di Entracque nascono le gustose cuiette, gnocchetti tipici. Rinomati nella zona anche diversi formaggi, tutti da assaggiare.


EVENTI

La Fiera della patata di Entracque, a inizio settembre, che celebra il prodotto tipico. Le Parlate che nella lingua popolare di Entracque sono la completa rievocazione scenica della Passione e Morte di N. S. Gesù Cristo, dalla preghiera nell’Orto dei Getzemani fino alla Sepoltura. Il dramma risale al lontano Medioevo ed è stato rappresentato durante la Settimana Santa prima a cadenza triennale e successivamente quinquennale; attori locali si calano nei vari personaggi, in una suggestiva interpretazione in costume.

“Molto efficiente è il punto informativo dedicato, capace di fornire tutte le informazioni utili per scoprire al meglio il territorio. Molto buona è anche la promozione delle risorse naturalistiche ed enogastronomiche, con diversi punti vendita di prodotti tipici. Immerso in un contesto naturalistico di pregio, il centro storico del paese è omogeneo, tipico e ben mantenuto”. Elsa, ghost visitor TCI

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio