Pizzighettone

SCOPRI TUTTE LE
INFO

> Cremona 20 Km

Al centro della pianura padana, in una campagna lussureggiante, Pizzighettone è una delle più complete e significative città murate della Lombardia e lega le sue origini al fiume Adda, che ancora oggi ne connota il centro storico dividendolo in due parti. All’interno del Parco Adda Sud e lungo la valle del Serio Morto, si possono percorrere sentieri campestri e piste ciclabili alla scoperta del territorio.

COSA VEDERE

Da non perdere, la cinta muraria cinquecentesca che circonda per intero il centro storico, su entrambe le sponde del fiume Adda: un complesso difensivo lungo circa 2 km, con un’altezza di 12 m, una larghezza di 15 m ed uno spessore murario che raggiunge mediamente i 3,60 m. Le Casematte, ambienti con volta a botte all’interno delle mura, tutti collegati tra loro (unici in Europa). La Parrocchiale di S. Bassiano, la più antica chiesa del paese d’impronta romanico-lombarda, con all’interno dipinti di Bernardino Campi e tre formelle marmoree trecentesche. Il Museo civico che spazia dalla Preistoria all’età Moderna. La torre del Guado, a pianta quadrata e merlata, unica testimonianza integra dell’antico castello, che nel 1525 fece da cornice alla prigionia di Francesco I di Valois, Re di Francia. Un’escursione alla scoperta del territorio circostante, da fare a piedi, in bicicletta lungo le numerose piste ciclabili magari utilizzando le biciclette condivise del bike sharing o con una crociera sull’Adda.

PRODOTTTI E TRADIZIONI

Tra i prodotti tipici della località, i Fasulin de l’oc (Fagiolini dall’occhio) ai quali viene dedicato tra ottobre e novembre un’importante maratona gastronomica nelle Casematte, il provolone Pizzighettone, il biscotto di Pizzighettone e i salumi della città murata.

“Questa località si caratterizza per il valore e la qualità degli elementi di interesse storico-culturale presenti, adeguatamente promossi da un ottimo servizio di informazioni turistiche, con più punti informativi. Numerosi sono anche i servizi complementari e ricco è il calendario di eventi lungo tutto il corso dell’anno; proprio una delle numerose manifestazioni organizzate nel borgo può essere l’occasione per gustare uno dei piatti tipici negli ottimi ristoranti del centro storico.” Paolo, ghost visitor TCI