Pomarance

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Pomarance sorge in uno dei paesaggi più affascinanti e particolari della Toscana, ovvero nella cosiddetta Valle del Diavolo, così denominata per la presenza dei soffioni boraciferi e dei “lagoni” (emanazioni gassose da piccole cavità, generalmente piene d’acqua) che da secoli rappresentano la manifestazione più evidente e superficiale dell’intensa attività geotermica che caratterizza il sottosuolo di queste zone.

COSA VEDERE

Il nucleo antico di Pomarance è strutturato attorno alla parrocchiale di San Giovanni Battista, con facciata romanica, ricostruita nel ‘700, all’interno della quale si conservano una Madonna del Rosario di Niccolò Circignani e una Annunciazione di Cristoforo Roncalli, autori locali detti entrambi Pomarancio; mentre nella canonica è possibile ammirare una Madonna del Cardellino del 1329, di scuola Senese. Inoltrandosi nei ferrigni paesaggi della Valle del Diavolo si raggiunge la frazione di Montecerboli, situata su uno sperone a dominio della valle, infine, proseguendo verso sud, si trova la località di Larderello, che deve il nome al francese François-Jacques de Larderel il quale nel 1818 avviò la produzione su scala industriale dell’acido borico. Proprio a Larderello, nel 1913, venne messa in funzione la prima centrale al mondo per la produzione di energia elettrica dalla risorsa geotermica, alla quale se ne aggiunsero molte altre nei decenni successivi: oggi è possibile conoscere la storia dello sfruttamento della risorsa geotermica in Toscana, nel Museo della Geotermia. Sempre nel territorio di Pomarance, in una posizione strategica al confine tra Siena, Volterra e Firenze, posta su una altura di 530 mt, sorge la Rocca Sillana, che fin dal Medioevo domina con la sua mole l’intero paesaggio circostante.

“Pomarance è un borgo omogeneo, tipico e raccolto, caratteristiche che troviamo anche nei centri storici delle frazioni di Montegemoli e Montecerboli. Il borgo si distingue per la varietà e la qualità dell’offerta turistica, sulla quale numerose informazioni sono reperibili presso l’ufficio turistico, e per l’ampia scelta di strutture ricettive. Infine, Pomarance, promuove in maniera efficiente le risorse collegate all’energia geotermica.” Marta, ghost visitor TCI

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio