Rocca Pietore

SCOPRI TUTTE LE
INFO

Il Comune è stato colpito dalla pesante ondata di maltempo tra fine ottobre e inizio novembre 2018. L’assegnazione della Bandiera arancione a Rocca Pietore, oltre a certificare l’alto livello di qualità turistica raggiunto, è anche un incoraggiamento per la comunità locale a superare gli ostacoli che si trova ad affrontare (per info sulle raccolte fondi attivate, clicca qui). Si consiglia, prima di intraprendere il viaggio verso il Comune, di contattare l’ufficio turistico per avere informazioni aggiornate sullo stato del territorio e dei suoi attrattori.

Situata nel cuore delle Dolomiti (Patrimonio Naturale Mondiale dell’Umanità UNESCO) nella val Pettorina, Rocca Pietore è incastonata tra alcune tra le più imponenti vette dolomitiche come la Marmolada e il Civetta. Risorse paesaggistiche e naturalistiche uniche, storia, cultura e tradizioni gastronomiche e artigianali la rendono una destinazione ideale sia in inverno sia in estate. 

COSA VEDERE
Il borgo di Sottoguda, piccola frazione caratterizzata dalla presenza dei tabièi, fienili in legno simboli di un territorio e di una antichissima tradizione, e dalla chiesetta costruita nel 1486. Il contesto naturalistico, dalla maestosa Marmolada ai boschi di Malga Ciapela, con passeggiate ed escursioni per tutti a piedi, in bicicletta e in moto e la possibilità di praticare attività sportive, dallo sci all’ice climbing passando per l’alpinismo. Il Museo della Grande Guerra in Marmolada, il più alto d’Europa, a 2950 metri. La chiesa di San Gottardo, in località Laste, in posizione panoramica di unica bellezza da cui si domina gran parte della vallata dell'alto Cordevole. La chiesa di Santa Maria Maddalena, costruita nel 1442 in stile gotico e dichiarata monumento nazionale, che ospita al suo interno, tra le opere d’arte, anche la grande pala d'altare lignea di scuola tirolese del 1517.

PRODOTTI E TRADIZIONI
Meritano una sosta le botteghe artigiane a Sottoguda, dove mani esperte trasformano ferro e legno in oggetti davvero unici. Gli ingredienti genuini come lo speck e i formaggi di malga sono alla base delle ricette semplici dell’area Marmolada, come i casonziei, ravioli con vari ripieni e con ricotta e burro fuso o le bale. Molteplici le varietà di dolci come le fiorostide oppure i tortiei da pom, frittelle di mele, accompagnate dalle grappe aromatizzate. La cultura e le tradizioni ladine sono conservate, tutelate e riscoperte anche dai giovani, come con il Grop de Bal Marmolèda che ripropone balli e danze tipiche.

EVENTI
Na sera da zacan, manifestazione che si svolge settimanalmente nei mesi di luglio e agosto e ripropone il mondo di una volta: lavorazioni artigianali del legno, ferro e della lana, esposizione all'interno dei caratteristici fienili di manufatti e attrezzi che rievocano il mondo contadino, la storia e la tradizione del paese, stand enogastronomici ed esibizione del Gruppo Folk Marmolèda. La Sbriseda, annuale rievocazione sciistica in abiti storici aperta a tutti, è il raduno sciistico in stile vintage più alto (3265 mt) e più lungo d'Italia (sui 12km della Bellunese, la pista più lunga delle Dolomiti).

Il Comune si trova in un contesto naturalistico e paesaggistico di grande bellezza, da scoprire attraverso una rete di sentieri e percorsi e da vivere con tante attività e sport, sia in inverno sia in estate. Il punto informativo di Sottoguda, localizzato nel borgo tipico e ben conservato, permette di ricevere tutte le informazioni utili sul territorio. Le tipicità gastronomiche e artigianali sono ben promosse e acquistabili nei diversi punti vendita del Comune.” Elsa, ghost visitor TCI

Esplora le
Mappe
le guide touring per
organizzare
il viaggio