Due nuove Bandiere arancioni in Lombardia e nelle Marche

Due nuove Bandiere arancioni in Lombardia e nelle Marche

Pizzighettone (CR) e Frontino (PU) ricevono la Bandiera arancione, il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano per i piccoli borghi italiani eccellenti. Per la provincia di Cremona si tratta della prima Bandiera arancione, mentre le Marche con questa nuova assegnazione diventano la terza regione più “arancione” d’Italia, in compagnia dell’Emilia-Romagna.

Pizzighettone è una delle più complete e significative città murate della Lombardia e lega le sue origini al fiume Adda, che ancora oggi ne connota il centro storico dividendolo in due parti. Oltre alla cinta muraria cinquecentesca e alle caratteristiche Casematte, ambienti con volta a botte all’interno delle mura, tutti collegati tra loro e unici in Europa, da non perdere la Parrocchiale di S. Bassiano, il Museo civico e un’escursione alla scoperta del territorio circostante, da fare a piedi, in bicicletta o con una crociera sull’Adda.

Nel territorio dei Montefeltro, arroccato su uno sperone che domina la suggestiva valle del Mutino e al cospetto del monte Carpegna, Frontino è il più piccolo Comune della Provincia ed è inserito nel Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello. Il castello, caratteristico e suggestivo con strade e piazze lastricate di ciottoli del Mutino, il convento di Montefiorentino, immerso nel verde e che ospita ogni anno il Premio Nazionale di Cultura “Frontino-Montefeltro” e il Museo F. Assetto che ospita numerose opere dell’artista torinese precursore della pop art, sono alcuni degli elementi di attrattività del borgo.

Sale così a 215 il numero complessivo delle Bandiere arancioni in tutta Italia.

Fotogallery

[Cliccare su una immagine per vedere a schermo intero]